SBLOCCO DEI LICENZIAMENTI E SUPPORTO AL RICOLLOCAMENTO

23 Maggio 2021 No Comments
licenziamenti

Con lo sblocco dei licenziamenti, che dovrebbe avvenire nei prossimi mesi, molte aziende potrebbero trovarsi nella situazione di dover gestire al meglio l’uscita di alcuni dipendenti, non solo dal punto di vista formale, ma anche dal punto di vista psicologico.

Fornire un supporto professionale per il ricollocamento ai lavoratori che rimangono senza impiego risulta fondamentale sia per le persone coinvolte sia per l’azienda, al fine di adottare un comportamento etico che sappia valorizzare le risorse umane anche in fase di uscita.

I lavoratori che lasciano l’azienda con un supporto professionale, non solo saranno meno propensi a creare problemi, ma è più probabile che parleranno dell’azienda in termini positivi, migliorandone l’immagine etica e l’attrattività.

SUPPORTO AL RICOLLOCAMENTO, MA QUALE ?

Esistono diversi tipi di supporto al ricollocamento delle persone disoccupate, ma non tutti sono uguali. Vediamo, quindi, quale supporto può offrire l’azienda.

  • Assegno di Ricollocazione
  • Outplacement

ASSEGNO DI RICOLLOCAZIONE

L’assegno di ricollocazione (AdR) è una misura di politica attiva che consiste nel rilascio di voucher per persone disoccupate. Questi ultimi devono essere utilizzati per ottenere un servizio di assistenza nella ricerca di una occupazione, infatti la persona dovrà rivolgersi presso dei centri per l’impiego o altri soggetti accreditati al fine di poter usufruire del buono.

L’operatore che assiste la persona assegna un tutor che propone un programma personalizzato di ricerca intensiva per massimo 180 giorni.

L’assegno è uno strumento idoneo se l’azienda:

  • Deve licenziare prevalentemente profili di operai o impiegati
  • Non dispone di risorse economiche sufficienti per un supporto alla ricollocazione maggiormente personalizzato
  • Vuole supportare eticamente la ricollocazione avvalendosi di strumenti di legge forniti dallo stato

OUTPLACEMENT

L’outplacement è il supporto alla ricollocazione svolto da società specializzate accreditate dal Ministero del Lavoro che operano tramite  professionisti che forniscono programmi altamente personalizzati e su misura, in base alle esigenze, la storia e gli obiettivi dei singoli candidati.

Le società che forniscono questo tipo di supporto professionale sono appartenenti all’Associazione Italiana Società di Outplacement (AISO) che lo definisce “l’unico servizio di consulenza professionale, all’interno delle politiche attive del lavoro, che supporta il candidato in tutte le fasi della ricerca attiva del lavoro” .

I programmi di outplacement possono durare fino a 12 mesi (mentre i tempi medi di ricollocamento si aggirano sui 6mesi ) e prevedono una prima fase di Training/Analisi delle competenze e una seconda fase di ricerca attiva sul mercato.

I candidati vengono seguiti durante tutto il percorso di outplacement da un Consulent/Coach, figura esperta del mercato del lavoro che segue la persona in maniera molto personalizzata e specifica.

L’outplacement è uno strumento idoneo se l’azienda:

  • Vuole fornire un supporto specifico e altamente personalizzato che renda il lavoratore autonomo ed efficace nella ricerca del lavoro
  • Si rivolge principalmente a impiegati, quadri e dirigenti
  • Dispone di risorse economiche da investire nel dare continuità di carriera al proprio dipendente
  • Vuole optare per un servizio individuale che tutela la persona in uscita, garantendo  standard e risultati elevati

 

Chatta con SA-CHANGE
INVIA